Quel delitto in casa Verdi

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“... bene il racconto, raccoglie fiumi e viali spogli del nostro inverno. Cronista-narratore educato alla disciplina della scrittura di guerre lontane (vicine), narratore di turbolenze vicine (lontane nel tempo)...”
Attilio Bertolucci

“... vorrei dire che Chierici è affascinato dal racconto, dai suoi ritardi e tortuosità essenziali, come secondo leggenda lo sono certi animali dall’occhio del serpente. Eccolo, allora, rallentare, godere quelle volute e quegli ipnotismi...”
Giuliano Gramigna

È la fine del XIX secolo, nella Bassa del Po. Un ragazzo imbraccia un fucile. Parte un colpo. Una cameriera resta uccisa. Ha vent’anni. Angiolo, il ragazzo che ha sparato, fugge a casa del nonno, al quale è legato da un affetto profondo. Forse con le sue conoscenze può aiutarlo: si chiama Giuseppe Verdi. Basandosi su documenti, diari e testimonianze autentiche, Maurizio Chierici costruisce un romanzo avvincente e insolito, i cui protagonisti, un politico della sinistra alle prese con la nascita del sindacalismo, e un commissario testardo che combatte perché venga fatta giustizia, si incontrano all’ombra di un Mito e rivelano poco a poco l’altra faccia della sua umanità. Un giallo storico che racconta storie sconosciute di personaggi famosi, e indaga con finezza psicologica tra le pagine private di un Verdi lontano dalla celebrazione retorica che da sempre accompagna il genio.

“... bene il racconto, raccoglie fiumi e viali spogli del nostro inverno. Cronista-narratore educato alla disciplina della scrittura di guerre lontane (vicine), narratore di turbolenze vicine (lontane nel tempo)...”
Attilio Bertolucci

“... vorrei dire che Chierici è affascinato dal racconto, dai suoi ritardi e tortuosità essenziali, come secondo leggenda lo sono certi animali dall’occhio del serpente. Eccolo, allora, rallentare, godere quelle volute e quegli ipnotismi...”
Giuliano Gramigna

È la fine del XIX secolo, nella Bassa del Po. Un ragazzo imbraccia un fucile. Parte un colpo. Una cameriera resta uccisa. Ha vent’anni. Angiolo, il ragazzo che ha sparato, fugge a casa del nonno, al quale è legato da un affetto profondo. Forse con le sue conoscenze può aiutarlo: si chiama Giuseppe Verdi. Basandosi su documenti, diari e testimonianze autentiche, Maurizio Chierici costruisce un romanzo avvincente e insolito, i cui protagonisti, un politico della sinistra alle prese con la nascita del sindacalismo, e un commissario testardo che combatte perché venga fatta giustizia, si incontrano all’ombra di un Mito e rivelano poco a poco l’altra faccia della sua umanità. Un giallo storico che racconta storie sconosciute di personaggi famosi, e indaga con finezza psicologica tra le pagine private di un Verdi lontano dalla celebrazione retorica che da sempre accompagna il genio.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Bompiani
    • Collana: GRANDI TASCABILI
    • Prezzo: 8.00 €
    • Pagine: 176
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845262067

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...