Le menzogne della notte

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Notizie in meritoArgomento In un’isola penitenziaria, probabilmente mediterranea e borbonica, fra equivoche confessioni e angosce d’identità, un gruppo di condannati a morte trascorre l’ultima notte.Genere A piacere: fantasia storica, giallo metafisico, moralità leggendaria.Anacronismi, anatopismi Come in un atlante o annale dalle paginescambiate, e con la stessa innocenza con cui in certe opere liriche Stoccolma diviene Boston e un re di Francia duca di Mantova, qui date, luoghi e figure giocano sullo sfondo d’uno stravolto Risorgimento.Scrittura Parole in costume d’epoca, intrecciate per svago e passione da un malato d’insonnia che aspetta, insieme ai suoi personaggi, il mattino.Soprasensi Benché tentato dal più eburneo “inattualismo”, l’autore non esclude che, a sua saputa o insaputa, taluna emozione pubblica o metafora dell’odierno o parabola possa essersi insinuata fra le sue fiabe.Debiti Nascoste fra le cinquemila del testo, e in vario modo manipolate a uso di color storico, una sessantina di righe si devono propriamente a Gioberti (15), Duveyrier (12), J. De Maistre (8), Orsini (6), F. Buonarroti (3), Colletta (2), Stendhal (2), Ruffini (1), Manzoni (1), Leopardi (1), Mazzini (1)...Dedica (“A noi due”) - Valga, doppiamente, come brindisi dell’autore a se stesso + Ics; e come affettuosa intimidazione al lettore.G. B.

Notizie in meritoArgomento In un’isola penitenziaria, probabilmente mediterranea e borbonica, fra equivoche confessioni e angosce d’identità, un gruppo di condannati a morte trascorre l’ultima notte.Genere A piacere: fantasia storica, giallo metafisico, moralità leggendaria.Anacronismi, anatopismi Come in un atlante o annale dalle paginescambiate, e con la stessa innocenza con cui in certe opere liriche Stoccolma diviene Boston e un re di Francia duca di Mantova, qui date, luoghi e figure giocano sullo sfondo d’uno stravolto Risorgimento.Scrittura Parole in costume d’epoca, intrecciate per svago e passione da un malato d’insonnia che aspetta, insieme ai suoi personaggi, il mattino.Soprasensi Benché tentato dal più eburneo “inattualismo”, l’autore non esclude che, a sua saputa o insaputa, taluna emozione pubblica o metafora dell’odierno o parabola possa essersi insinuata fra le sue fiabe.Debiti Nascoste fra le cinquemila del testo, e in vario modo manipolate a uso di color storico, una sessantina di righe si devono propriamente a Gioberti (15), Duveyrier (12), J. De Maistre (8), Orsini (6), F. Buonarroti (3), Colletta (2), Stendhal (2), Ruffini (1), Manzoni (1), Leopardi (1), Mazzini (1)...Dedica (“A noi due”) - Valga, doppiamente, come brindisi dell’autore a se stesso + Ics; e come affettuosa intimidazione al lettore.G. B.

Commenti

Autore


  • Gesualdo Bufalino

    è nato a Comiso nel 1920 ed è morto nel 1996. Fra i suoi libri Bompiani ha pubblicato L’uomo invaso (1986), Il malpensante (1987), L’isola nuda (1988), Le menzogne della notte (1988, Premio Stre [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bompiani
    • Collana: GRANDI TASCABILI
    • Prezzo: 9 €
    • Pagine: 192
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845291500

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...