In terra sconsacrata

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“L’immaginario del cristianesimo
è esatto nel modo in cui, prima
della scienza, è esatta la poesia.”

In modo sempre più inavvertito, ma non per questo meno profondo, l’immaginario contemporaneo continua a nutrirsi di temi e situazioni che per secoli sono stati al centro della tradizione cristiana. Un sapere simbolico e concettuale di straordinaria complessità, illustrato da opere grandiose come il mosaico medievale della cattedrale di Otranto e oggi spesso saccheggiato dai più svariati generi di narrazione popolare, dalla pornografia allo splatter. Eppure, anche sconsacrato, l’immaginario cristiano non cessa di irradiare qualcosa del proprio significato originario incarnato nella storia degli uomini.
La tomba che Dracula diserta ogni notte e il sepolcro che Maria Maddalena scopre vuoto la mattina di Pasqua, Il Codice Da Vinci e la Commedia di Dante, Matrix e le dottrine dello gnosticismo, l’estasi spirituale di santa Teresa d’Avila e la “piccola morte” erotica ossessivamente celebrata nei recessi di Internet. Senza dimenticare Shakespeare, che nei suoi drammi dimostra di conoscere bene la differenza fra spettri assetati di vendetta e fantasmi che implorano il suffragio. Intrecciando fra loro la critica letteraria, la riflessione teologica e i prodotti più astuti o consapevoli della narrativa pop, questo libro si presenta come un atto di sfida a ogni pretesa riduzionista – se non addirittura denigratoria – dell’esperienza cristiana.
Nella certezza, fra l’altro, che per avvicinarsi al mistero di Dio la poesia può rivelarsi molto più esatta della scienza.

“L’immaginario del cristianesimo
è esatto nel modo in cui, prima
della scienza, è esatta la poesia.”

In modo sempre più inavvertito, ma non per questo meno profondo, l’immaginario contemporaneo continua a nutrirsi di temi e situazioni che per secoli sono stati al centro della tradizione cristiana. Un sapere simbolico e concettuale di straordinaria complessità, illustrato da opere grandiose come il mosaico medievale della cattedrale di Otranto e oggi spesso saccheggiato dai più svariati generi di narrazione popolare, dalla pornografia allo splatter. Eppure, anche sconsacrato, l’immaginario cristiano non cessa di irradiare qualcosa del proprio significato originario incarnato nella storia degli uomini.
La tomba che Dracula diserta ogni notte e il sepolcro che Maria Maddalena scopre vuoto la mattina di Pasqua, Il Codice Da Vinci e la Commedia di Dante, Matrix e le dottrine dello gnosticismo, l’estasi spirituale di santa Teresa d’Avila e la “piccola morte” erotica ossessivamente celebrata nei recessi di Internet. Senza dimenticare Shakespeare, che nei suoi drammi dimostra di conoscere bene la differenza fra spettri assetati di vendetta e fantasmi che implorano il suffragio. Intrecciando fra loro la critica letteraria, la riflessione teologica e i prodotti più astuti o consapevoli della narrativa pop, questo libro si presenta come un atto di sfida a ogni pretesa riduzionista – se non addirittura denigratoria – dell’esperienza cristiana.
Nella certezza, fra l’altro, che per avvicinarsi al mistero di Dio la poesia può rivelarsi molto più esatta della scienza.

Commenti

Autore


  • Alessandro Zaccuri

    Alessandro Zaccuri è nato a La Spezia nel 1963. Giornalista del quotidiano “Avvenire” e conduttore della rete televisiva SaT2000, vive e lavora a Milano. Ha pubblicato altri due saggi sui temi de [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bompiani
    • Collana: GRANDI TASCABILI
    • Prezzo: 10.00 €
    • Pagine: 160
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845260780
    • ISBN E-book: 9788858705667

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...