Ego sum

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


FILOSOFIA
a cura di Pier Aldo Rovatti

Ego sum mette sotto il fuoco della decostruzione uno dei luoghi piùaffascinanti, controversi e frequentati del pensiero moderno, il cogito cartesiano. Questo volume raccoglie una serie di studi in cui Nancy prende di mira il problema dello statuto del soggetto nella filosofia di Cartesio e in particolare il chi del soggetto enunciatore del discorso. Nel teatro filosofico cartesiano, il personaggio principale è appunto colui che afferma, pronunciandolo, il celeberrimo cogito ergo sum. Attraverso uno stile di pensiero che ama il corpo a corpo con i testi, Nancy ripete a suo modo la questione del cogito e mette in luce tutti i meccanismi della scena filosofica costruita da Cartesio. Emerge così la funzione del cogito come simulacro della costruzione dell’identità del soggetto, che compare sulla scena in quanto “maschera”, “fabula”, “corpo” e “uomo”. Una specie di sismografia gli permette poi di riconoscere un gioco di luce e di ombra. Se il cogito è il punto di estrema luminosità, viene tuttavia guadagnato a partire da un’oscurità che precede la visione teorica. Nancy si spinge così al limite del concetto di soggettività: non c’è cogito che non sia al tempo stesso caos.

FILOSOFIA
a cura di Pier Aldo Rovatti

Ego sum mette sotto il fuoco della decostruzione uno dei luoghi piùaffascinanti, controversi e frequentati del pensiero moderno, il cogito cartesiano. Questo volume raccoglie una serie di studi in cui Nancy prende di mira il problema dello statuto del soggetto nella filosofia di Cartesio e in particolare il chi del soggetto enunciatore del discorso. Nel teatro filosofico cartesiano, il personaggio principale è appunto colui che afferma, pronunciandolo, il celeberrimo cogito ergo sum. Attraverso uno stile di pensiero che ama il corpo a corpo con i testi, Nancy ripete a suo modo la questione del cogito e mette in luce tutti i meccanismi della scena filosofica costruita da Cartesio. Emerge così la funzione del cogito come simulacro della costruzione dell’identità del soggetto, che compare sulla scena in quanto “maschera”, “fabula”, “corpo” e “uomo”. Una specie di sismografia gli permette poi di riconoscere un gioco di luce e di ombra. Se il cogito è il punto di estrema luminosità, viene tuttavia guadagnato a partire da un’oscurità che precede la visione teorica. Nancy si spinge così al limite del concetto di soggettività: non c’è cogito che non sia al tempo stesso caos.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Bompiani
    • Collana: STUDI
    • Prezzo: 18.00 €
    • Pagine: 182
    • Formato libro: 22 x 14
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845201721

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...